«Più il terreno è in pendenza, più la vista si allarga», si è detta la famiglia Lorenzetti-Canevascini guardandosi attorno dalla piccola superficie edificabile sopra Bellinzona.

La casa unifamiliare che sarebbe sorta su questo terreno in forte pendenza stava già prendendo forma: una terrazza panoramica circondata da una superficie abitativa per una famiglia di quattro persone. Piccola la casa, ma grandi le sfide per architetti, ingegneri e costruttori in legno.

Casa unifamiliare a Bellinzona
Soggiorno e sala da pranzo
Soggiorno e sala da pranzo
Cucina
Bagno

Al posto della tradizionale cantina, cinque pilastri di calcestruzzo sostengono orizzontalmente l’edificio cubico. I pilastri collegati tra di loro trasmettono i carichi a terra e offrono un ancoraggio sicuro. Ciò nonostante, in questo caso la costruzione in legno, meno pesante, era la soluzione migliore, in particolare per l’impossibilità di accedere con macchinari pesanti. Sui terreni in pendenza, con il legno si utilizza semplicemente l’elicottero.

Brian Lorenzetti, committente
La posizione della casa e i pavimenti in parquet: queste sono le cose che apprezzo maggiormente. Brian Lorenzetti, committente

Alla cantina, la famiglia poteva anche rinunciare, ma non a una grande terrazza coperta, che sarebbe diventata l’anima della vita domestica. Pranzi, cene, aperitivi in famiglia e con gli amici… uno spazio perfetto per la vita sociale.

La facciata ventilata in lastre Swisspearl di Eternit è estremamente resistente e di facile manutenzione. Una scelta logica, vista la posizione… difficile montare un ponteggio per eseguire eventuali lavori in una posizione tanto scomoda! Per la famiglia Lorenzetti-Canevascini, l’orientamento della terrazza, con vista laterale rispetto alla facciata della casa, è stata un’idea davvero originale. L’ampia vista sul paesaggio circostante non si gode soltanto dalla terrazza. La grande vetrata orientata a Nord è rivolta proprio verso il Pizzo di Claro, la vetta di casa. «Tutti noi amiamo la montagna, e io adoro pedalare in mezzo alla natura», afferma Brian Lorenzetti. «Ecco perché volevamo in qualche modo inquadrare in una grande finestra la nostra montagna preferita». Un panorama straordinario, che si può ammirare anche stando ai fornelli. Due altre finestre permettono di gettare lo sguardo verso la città e i castelli di Bellinzona.

Un terreno piccolo e in pendenza, ma sfruttato in modo magistrale, una posizione straordinaria con una vista imprendibile, una casa ad alta efficienza energetica: uno spazio accogliente. Lisa e Brian hanno realizzato il loro sogno di genitori: lasciare un giorno ai loro figli una casa che sa di famiglia.

Casa unifamiliare a Bellinzona
Casa unifamiliare a Bellinzona

Autore

Autore Markus Gabriel
Markus Gabriel

Markus Gabriel è il proprietario e direttore creativo dell'agenzia Angelink. Da anni scrive per la rivista per i clienti Renggli «Un oeil en coulisses» e per il blog specializzato.

Commenti su
«Sui pendii di Bellinzona»

Commenti (0)

Scrivi un commento